India – Da Bikaner a Jaisalmer

Da Bikaner a Jaisalmer

Da Bikaner a Jaisalmer: il mio viso rivolto a un finestrino aperto del treno, sono in mezzo al deserto. La sabbia entra ovunque, non c’è modo di contenerla. Qualche capanno, qualche capra, qualche cammello. Pietre, polvere e sabbia continuano ad alternarsi senza fine.

Il treno è praticamente vuoto. Le poche persone presenti sono tutte intorno a me, curiose. Fa caldo, caldissimo, ma nessuno si muove. Ci troviamo anche in più di dieci persone sedute una accanto all’altra. Mi guardano. Mi osservano. Rispondo ai loro sorrisi, provo a dire qualche parola in hindi. È la fine. Divento parte della loro famiglia
“You are my sister”.
Mi invitano a casa loro, nel frattempo mi offrono quello che hanno: chapati piccante con lenticchie, naan e delle foglie di una pianta che vive nel deserto.

Mi tolgono il cuore.
Scende una famiglia, si commuovono nel salutarmi.
Salgono quattro ragazzi. Stanno andando in un’altra città a coltivare i campi, sono contadini. Nessuno di loro parla inglese. Comunichiamo a gesti. Mi offrono dei biscotti preparati da una delle loro mamme. Mi mostrano le foto che hanno nel cellulare: figli, mogli, video che li fanno morire dal ridere. Come riderebbero dei bambini, ingenuamente, di fronte a scenette più o meno comiche
Scendono. Resto solo io. Io e il grande deserto che mi sta accompagnando in una città a me sconosciuta.

India 09 - Da Bikaner a Jaisalmer

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Paola e Michela ha detto:

    ciao carissima Martolina , quante persone bellissime stai incontrando !!! ci vuole il tuo grande cuore per contenere tutti i ricordi …un grande abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *